Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for dicembre 2005


Eccoci di nuovo in marcia!

Dopo una bella ronfata in shinkansen -come si fa a non dormire in treno?!?- siamo pronti ad esplorare Matsushima. Si tratta di una delle 3 vedute famose del Giappone, insieme a Miyajima e Ama no Hashidate.
Non c’è che dire, il paesaggio è davvero bello. La baia è famosa per le molte isolette, a loro volta caratterizzate dalla rigogliosità dei pini.
Purtroppo, cpme spesso accade s’è voluto strafare, e hanno finito per costruirci un po’ troppo…. sullo sfondo si vede qualche ciminiera, il che ricorda Marghera….. senza contare le miriadi di navi per turisti boccaloni che reclamizzano i loro tour a tutto volume…. Ecco, diciamo che si perde parecchio della bellezza…..
Ah sì, non che sia importante, ma è il posto dove ho visto la maggiore concentrazione di ragni…e soprattutto enoooooormi! :(
Comunque, nonostante le ciminiere e i ragni sono andata in berserk da foto e ne ho fatta davvero un esagerazione…. :))))

Read Full Post »

Dopo aver scammellato come dei pazzi nelle prime tappe del nostro viaggio, ci siamo concessi una pausa andando a trovare la famiglia che aveva ospitato Dido la prima volta che era venuto in Cipango. Accolti da Kurara, il nuovo arrivo in famiglia, abbiamo passato con loro due serate e una giornata intera. Il papà, Yasushi, nel suo giorno di riposo dal lavoro ci ha accompagnato in macchina fino ad Hakone! Pensare che poteva starsene a casa tranquillo a pisolare…. proprio giapponese. Ci ha portato anche alla barriera del Tokaidou, dove stanno facendo una ricostruzione in scala reale, con tanto di case, stalle, etc, per far vedere come funzionava la vita al’epoca.
E’ stata proprio una bella giornata, grazie anche al tempo che per fortuna era sereno, anche se c’era una brezzolina freddina.
Purtroppo però c’era anche un po’ di foschia, quindi il monte Fuji non siamo riusciti a vederlo da Hakone, che è piuttosto vicino. Per fortuna il giorno dopo il cielo era terso e così siamo riusciti a nche a fotografarlo prima di salire in treno diretti a Matsushima.
Ecco Kurara!
Carina, vero? E’ ancora un cucciolo, quindi è un po’ esagitata e le piace tanto giocare!
Le famose uova nere di Hakone. Sono cotte nell’acqua termale che sgorga dalla montagna. E probabilmente a causa dello zolfo, o delle altre sostanze che si trovano nell’aqua, prendono questa colorazione. Come ogni uovo sodo che si rispetti si mangiano con un pochino di sale! Dicono che facciano bene alla salute… Buone, erano buone.
Ecco il momento dell’addentamento dell’uovo! Io me l’ero già sbafato il mio…. :)
Che posa cool!!!! :))) Ammazza che fighi!
Pausa pranzo…
Voto questa foto come la migliore del blog e del viaggio, almeno per il momento.
Eccoci con Yasushi in prossimità della stazione del Tokaido.
Due tipici abitanti del periodo Edo si stanno appropinquando all’ingresso della fermata del Tokaido….
Come tutti sappiamo Totoro era già famoso in periodo Edo…. :))))
Un timido Monte Fuji. Niente neve, era troppo presto… peccato!

Read Full Post »

Eccoci arrivati a Uji, piccola città a una quarantina di minuti da Kyuoto, famosa per il Byodoin , il tempio che abbiamo visitato, e per il Genji monogatari.

Per visitare la sala della Fenice, che è qui alle nostre spalle, bisogna pagare un ulteriore biglietto d’ingresso. Ma vale la pena entrare, dato che vi si trova il Buddha Amida e la rappresentazione della Terra Pura. La maggior parte delle statue sono in restauro, ma nel museo se ne possono ammirare alcune, disposte come si trovavano all’interno della sala. Ovviamente è vietato fare fotografie, ma ho trovato questa che rende l’idea.

Conclusa la visita al Byuodoin siamo tornati a Kyuoto per prendere lo shinkansen e andare a Numazu a trovare la famiglia che ha ospitato Dido la prima volta che è venuto in Giappone, ma prima ci siamo fermati a Fushimi per una visita ultra rapida al Fushimi Inari taisha, famoso per gli innumerevoli torii, che messi in fila uno dopo l’altro formano un tunnel che risale la collina. Data la scarsità di tempo abbiamo percorso solo il primo pezzo, ma se si arriva fino in fondo si può ammirare Kyouto dall’alto.

Read Full Post »

Vi stavate chiedendo quale sarà la nuova moda della primavera-estate 2006? Ma quella lanciata da Dido a Kyouto ovviamente! :)))))))
Ne volete un paio anche voi? mandate una mail! :)
Devo ammetterlo, una volta che, finito di parlare con lo omawarisan per la denuncia del furto della scarpe, ci siamo rimessi in cammino beh…. mi sono fatta una bella risata e anche Dido…. faceva un po’ ridere vederlo andare in giro così…..!
Benvenuti al Ginkakuji! Uno dei miei templi preferiti a Kyouto!

Purtroppo non si vedono le meravigliose ciabatte di Dido…. hihihi!

Dido ha cercato di farmi smettere di ridere comprandomi un gelato, ma purtroppo per lui non è servito a molto!
In realtà poi ho smesso di ridere quando abbiamo deciso di cercare un telefono per chiamate internazionali e chiamare l’assicurazione per avvertire del furto della scarpe e se comprandone un paio nuove ci sarebbero state rimborsate….. Ci abbiamo messo tipo due ore a trovare il telefono, più una buoba ora per prendere la linea, visto che nelle istruzioni per la scheda telefonica si erano dimenticati qualche passaggio! Per fortuna alla fine ce l’abbiamo fatta e Cenerentolo si è potuto coprire i piedi!

Read Full Post »

Eccoci alla seconda e tanto attesa puntata della tanto famosa serie Jr mon amour!
Dopo essersi recati in quel di Nikko i sventurati protagonisti, insieme alla nuvoletta di Fantozzi si dirigono in quel di Nara, antica capitale imperiale. Città, questa, famosa per i templie i cervi. Il consiglio della regia è: nel caso decidiate di dare da mangiare ai teneri e coccolosi cervi che infestano il parco e le strade attorno, comprando i senbei apposta per loro dai carretini che li vendono, un po’ come il mais x i piccioni di Venezia, tagliatevi piuttosto una mano! Un po’ come i piccioni assalgono i turisti per avere il mais, così fanno i cervi per avere i biscottini! Ma un conto sono i piccioni, un altro un’orda di cervi!
A parte questo, i due armati di onigiri e anpan si dirigono inizialmente verso il Todaij, all’interno del quale si trova il famoso Daibutsu (Grande Buddha, per i non nipponisti).

Vicina… più vicina…
Non è che morde?!?…. ^-^”

Ma questo chi è?

Se non mi lasci stare ti stacco una mano!….

Purtroppo i nostri avventurieri non possono passare troppo tempo a gironzolare per il parco e a visitare tanti altri tempi, in quanto, come ogni bravo giapponese, hanno una tabella di marcia che incombe su di loro e che impone ritmi serrati. Quindi, dopo una veloce passeggiatina tra i viali del Kasuga jinja, famoso per le centinaia e centinaia di lanterne che lo circondano e che vengono accese durante una festa in estate, pieni di speranze i due si dirigono di corsa verso lo Yakushiji, altro famossissimo tempio a sud della città di Nara.

Purtroppo le loro speranze si infrangeranno una volta scesi dal minibus che li scarica di fronte al tempio: l’orario di chiusura del tempio è stato anticipato di mezz’ora e così, tutti i loro piani calcolati al millesimo di secondo vanno in fumo e si accontentano di sbircirlo da fuori e di utilizzarne i bagni! Sigh!
Nella prossima puntata: i due sfigati lasciano Nara e si dirigono verso Kyoto, dove passeranno la notte ignari di quello che li attende……
Non perdetevi il prossimo appuntamento con JR mon amour!

Read Full Post »

Balada……

Saaaaalve!!!!
Lo so, è davvero un’eternità che il blog non viene aggiornato ma, se non erano sufficienti i ritmi di lavoro, ci si è messa pure un po’ di influenzaaaaaaaaaaaa! Evviva! Così, da lunedì, ovviamente giorno libero….., sono rintanata all’interno della Bamboo-house….. che culo! E tra l’altro ieri mi ha pure telefonato la Novielli!(prof della tesi, amicissimissimissima dellascignora e famiglia) Il tutto perchè i proprietari del ristorante sono preoccupati per la mia salute…. quindi, è stato deciso che, questa settimana non lavoro per potermi rimettere in forze e farmi il culo triplo quadrato settimana prossima che è Natale. ma visto che Dido lavora comunque e che alla Bamboo-house di giorno non c’è nessuno, x fortuna……, ho deciso di aggiornare questo povero e bistrattato blog. Sempre che prima non mi cada il naso a furia di soffiacciarlo con violenza, visto che stamattina finalmente c’è uno spiraglio di aria nelle mie narici dopo il cemeto dei giorni scorsi che impediva qualsiasi tipo di respirazione nasale. vabbeh, basta con le stronzate e via con il blog!
miki balada

Read Full Post »


Mentre il Dido si è tuffato nel mondo di Harry Potter e l’ordine della Fenice, ho deciso che forse è il caso di aggiornare un po’ questo povero blog, dal quale latitiamo ormai da una settimana. Così, tra il migliaio di foto fatte, che per me sono ancora poche, ecco qua il pomeriggio passato ad Asakusa, tra orde di coreani in Berserk da foto (non sapete quanto abbiamo dovuto aspettare prima che si togliessero dal portale per poterlo fotografare a nostra volta!), tra gaijin alla ricerca di souvenir e la gincana tra i milioni di negozietti di souvenir decisamente pacchiani! Devo però ammettere che la mia forza di volontà, scarsa quando si tratta di cazzabubbole(ovvero cose non indispensabili….) ha vacillato di fronte al negozio di ombrelli di carta, ma soprattutto davanti ai numerosi negozi di senbei! Mi viene ancora l’acquolina se ci penso!







Vi sembra frutta vera?!? E invece no! Sono tutte cose finte! Fatte da mettere in vetrina per attirare la clientela! E vicino ad Asakusa c’è una strada di negozi dove vendono solo questo tipo di cose!
Sono proprio giapponesi! C’erano anche torte intere completamente finte!

Read Full Post »